Perth, la prima città che verrà interamente alimentata dall’energia solare.

Perth

Dieci anni fa l’idea che i pannelli solari sarebbero diventati comuni in quasi tutte le abitazioni sembrava quasi ridicola, ma oggi più di 1,4 milioni di case fa uso di questa grande tecnologia. Questo è davvero grandioso se pensate che nel 2005 erano solamente 1500.

A quei tempi, l’energia solare era l’unico tipo di tecnologia che veniva utilizzata ai fini di salvaguardare il pianeta, ma non era molto proficua per le industrie. Adesso, che il prezzo dell’elettricità continua ad aumentare e la coscienza, relativamente al cambiamento climatico, sta cambiando nelle persone, si cominciano a vedere anche i risvolti positivi ed economici.

In particolare, nel Ovest dell’Australia, 1 casa su 5 ha già sul tetto pannelli solari ed in media 1800 impianti fotovoltaici vengono installati ogni mese da un anno a questa parte e il dato è in aumento del 27%. Grazie a questo incremento, il Ministro per l’Energia Mark Nahan ha previsto che entro 10 anni  sarà possibile mantenersi esclusivamente a energia solare.

Verranno quindi presto distribuiti sul mercato dei sistemi di batteria da utilizzare in casa per poter essere finalmente liberi dalla rete elettrica. Attualmente, infatti, nonostante l’uso dei pannelli solari, questa libertà non c’è: di giorno le case accumulano energia solare e quella che non utilizzano viene immessa nella rete elettrica a cui si fa riferimento di notte, quando il sole non può ricaricare direttamente i pannelli.

Con le batteria, invece, le abitazioni sarebbero in grado di utilizzare l’energia solare immagazzinata in qualunque momento della giornata, senza chiedere il rifornimento alla rete elettrica. Ne è un esempio la Josh’s House, la prima casa nell’Ovest dell’Australia libera al 97%.

Recentemente, i sistemi di batterie sono stati inseriti in un progetto di promozione del benessere portato avanti dalla Curtin University e dal centro di ricerca Low Carbon Living. Inoltre il governo sta provando a collaudare uno di questi sistemi all’interno di Alkimos Beach, una comunità residenziale vicino la città di Perth. Questo, a dimostrazione del fatto che l’impegno per rendere tutto questo una realtà effettiva al 100% è alto e carico di passione e volontà.

Nahan ha annunciato che l’Australia è perfetta per questo genere di installazioni, a causa dei costi molto elevati dell’elettricità e grazie alla disponibilità di spazio per la costruzione degli impianti fotovoltaici. Nahan si aspetta già che dalle prossime settimane ci possa essere un annuncio ufficiale  per iniziare i lavori e prevede che nel giro di una decade sarà possibile alimentare la città di Perth interamente in questo modo.

“L’energia solare può rimpiazzare quella prodotta dal petrolio. E’ a basso costo e noi metteremo tutto l’impegno necessario per renderla fruibile.”

Naturalmente, per il governo dell’Ovest dell’Australia, questo comporterà la chiusura di molte centrali elettriche, poiché non più in linea con questa politica e, dunque, un forte decremento degli incassi che attualmente provengono da questo settore, ma Nahan è molto netto nell’affermare:

“Questo governo ha fatto molto per le energie rinnovabili e verrà presa qualsiasi decisione per il benessere dell’intero stato”

L’esperta in ecologia Jemma Green ha affermato che le parole che arrivano da Nahan sono molto positive e che, di fronte al tema dei combustibili fossili, lo stato potrebbe reagire in tre diversi modi: “Fight, flight or innovate” (Combattere, volare o rinnovarsi).

Combattere comporterebbe che le lobbies governative si oppongano al cambiamento andando contro i progetti per le energie rinnovabili e cercando di proteggere i loro interessi.

Volare consisterebbe nella cessione da parte delle compagnie del proprio patrimonio fossile.

Rinnovarsi significherebbe semplicemente accettare il cambiamento e adattarsi.

L’Alinta Energy, ad esempio, un’azienda produttrice e distributrice di energia elettrica, si sta già aggiornando per poter offrire ai propri clienti gli strumenti necessari per mantenersi a energia solare, ma è solo una delle tante compagnie che si stanno aggiornando. La Green, in modo molto propositivo, spiega:

“Il prezzo dei pannelli solari scenderà presto, è solo una questione di quando. Il cambiamento si sta verificando qui a Perth, ma non voglio dire che sarà l’unica città nel mondo ad attuarlo; in questo momento è semplicemente la prima. Ho vissuto a Londra per 11 anni e sono tornata a Perth 3 anni fa credendo di andare in un posto completamente isolato. Adesso, invece,è meraviglioso lavorare a questo progetto. Mi sento al centro dell’universo grazie a quello che sta succedendo. Non è più una finzione, sta accadendo realmente.”

Articolo tradotto e riadattato. Fonte originale:http://www.news.com.au/technology/environment/perth-could-soon-be-the-first-city-to-be-completely-solar-powered/story-fnjwvztl-1227581239560?sv=31e6f2eab0b37997c0cdb256bdea8d3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...